mercoledì 4 maggio 2016

Esiste un modo per difendersi dalle vessazioni di uomini in divisa?

PREMESSA

Questo vuole essere un post per raccontare quello che mi è successo domenica 1 Maggio

Esiste modo di difendersi dalle vessazioni di uomini in divisa?

 

Domenica 1 Maggio 2016, ore 14.00, via Pelizza Da Volpedo, nel tratto di rampa di accesso all'autostrada, nella città di Cinisello Balsamo.
Ero a bordo della mia I 10, quando ho sentito l'auto slittare e perdere il controllo.
Ho frenato e la macchina è andata in testacoda a sbattere dalla parte della guida contro la rampa.Una passante si ferma, mi soccorre e chiama il 118.
Arriva una ambulanza, prendo i miei effetti personali, mi caricano sull'ambulanza e mi mettono il collarino.Arriva anche una volante del corpo di polizia locale di Cinisello Balsamo, con sede in via Gozzano 6, tel. 0266023699, con due agenti, un uomo e una donna.
Non sono in grado di fornire nomi e cognomi dei due agenti, ma ho dedotto dalla contravvenzione che mi è stata fatta che uno dei due è l'agente Barbato.Chiedo, alla ragazza che mi ha soccorsa in ambulanza, di chiamare dal mio cellulare il carroattrezzi coperto dalla mia Polizza Assicurativa.
La chiamata parte dal mio cellulare verso il numero 800810820 (numero del soccorso stradale UNIPOL ASSISTANCE, coperto dalla mia assicurazione) alle ore 14:37 e ha una durata di 5 minuti e 22 secondi.Poco dopo, mentre sono al telefono, uno degli agenti mi chiede di terminare la chiamata in corso per richiamare il carroattrezzi.
Partono dal mio cellulare due telefonate effettuate dall'agente, al numero del suddetto carroattrezzi.La prima alle 14 e 52, della durata di 18 secondi, mentre la seconda alle 14 e 53 della durata di 8 minuti e 54 secondi.
In seguito vengo portata nel Pronto Soccorso dell'Ospedale Bassini nella città di Cinisello Balsamo per accertare le mie condizioni generali.Nel corso del pomeriggio vengo raggiunta dalla pattuglia e vengo multata perchè

"HA VIOLATO LA NORMA DEL CDS , ART. 141"
perchè "CIRCOLAVA CON IL VEICOLO SOPRA CITATO A VELOCITA NON ADEGUATA E TALE DA CREARE PERICOLO E DISORDINE PER LA CIRCOLAZIONE IN CASO DI PIOGGIA BATTENTE"
Non hanno saputo indicare a quale velocità viaggiassi.Non c'erano autovelox che abbiano rilevato la velocità.
Ne la signora che mi ha soccorso, ne gli agenti, ne gli operatori sull'ambulanza erano presenti al momento dell'incidente.Non ci sono testimoni, non hanno rilevato la velocità cui andavo, hanno solo dedotto che secondo loro era elevata.
Ma la sorpresa più brutta l'ho avuta il giorno dopo.Quando ho cercato di recuperare il mezzo.
Ho scoperto che la mia auto è stata recuperata dal Soccorso Stradale ACI Global, corrispondente al numero 803116.E che se volevo recuperarla dovevo pagare un bonifico di euro 140.00 per il servizio che mi era stato reso.
Solo il lunedì ho realizzato che l'agente ha richiamato il carroattrezzi sovvenzionato dalla mia assicurazione per annullare il loro intervento.E ne ha contattato un altro addebitandomene il costo.
Mi ha solo detto che doveva richiamare il carroattrezzi, non ha aggiunto altro.Io sono svuotata, perchè ho verificato con mano come gli agenti in divisa possano approfittarsi della buona fede dei cittadini in difficoltà.
Ho toccato con mano come possano agire alle loro spalle e danneggiarli deliberatamente e gratuitamente.

domenica 23 agosto 2015

Un pomeriggio alla corte del Re Sole

Ciaoooooooo!
non scrivo sul Blog da un pò di tempo, oggi sembra una domenica autunnale, e ho pensato di lasciarvi qualcosa da leggere, qualcosa scritto da me su un argomento che mi sta particolarmente a cuore: la storia!

Vi posto la mia ultima recensione sull'ultimo romanzo storico che ho letto, sperando che sia di vostro gusto:


"Tratto dal testo "RE SOLE", a cura di Max Gallo, casa editrice Mondadori,

"Anno 1648
Inizio della Fronda Parlamentare e della Fronda dei Principi



Luigi XIV nacque il 5 Settembre 1638 dal matrimonio politico tra Luigi XIII, erede al trono di Francia e Navarra, e la principessa spagnola Anna d'Austria, futura regina consorte e reggente, dopo la scomparsa del marito prima del raggiungimento della maggiore età del figlio che all'epoca era di tredici anni.
All'epoca dei fatti, il re bambino non ha ancora spento dieci candeline.
Ma trovo di fondamentale importanza prestare la giusta attenzione a questi fatti epocali per comprendere un personaggio passato alla storia come Re Sole.
E' durante quegli anni tumultuosi che il giovane monarca forgia il modello di governo che caratterizzerà il suo lungo regno: il potere assoluto
In quegli anni è l'ambizioso e avido cardinale Mazzarino a regnare in sua vece, con carta bianca della madre Anna d'Austria, sua amante? gli storici sono divisi a riguardo.
Di fatto però la nobiltà avida e assetata di potere non esita a izzare la plebaglia di Parigi piegata dalla miseria ad insorgere contro il potere regale.
E Luigi soffre nel vedere la madre umiliata cedere alle pressioni degli insorti.

E' interessante leggere i pensieri del Re bambino all'epoca:

"Luigi non è che un bambino ma stringe i pugni.
Non accetterà mai di essere trattato così.
Un re non capitola.
Un re impone la sua volontà.
Un re punisce.
Un re può avere freddo e avere giorni senza gloria.
Può essere costretto a lasciare Parigi e a cedere al parlamento e ai ribelli.
Ma non è un comportamento da re"

Chi regna è sempre solo, Luigi XIV lo impara presto.
Per questo dalla sua presa di potere fino alla morte, non dimenticherà mai l'affronto subito dai parigini.

Trasferirà il potere regale da Parigi, città che non amava, a Versailles, un tempo semplice casino di caccia, ora reggia più splendente d'Europa.
Versailles sarà simbolo di potere, lusso, e controllo.

Il sovrano noto come Re Sole viene ricordato come il più grande monarca di questa nazione, ma forse tale definizione è troppo favolistica perchè incarnare l'ideale di giustizia è solo una componente fiabesca.
La realtà fù diversa ...

La Versailles del Re Sole e la nobiltà francese dell’epoca conobbero una ventina di anni di sfarzo e di gioventù senza eguali nella storia di Francia.
Le feste e i fasti, l'etichetta segnata dal lusso e dalla raffinatezza, la mondaneità e le abitudini libertine.

Luigi XIV splendeva di luce propria e illuminava chiunque lo circondasse.
La sua luce avvolgeva ogni cosa lo riguardasse.

In questa gabbia d'oro il sovrano intrappolò l'avida e ambiziosa nobità francese.
Legò a se le personalità più potenti del regno e dispensando o negando favori ne decideva la gloria o la disgrazia.
Ma i favori del Re potevano, con la stessa abilità cui venivano elargiti, essere anche sottratti e assegnati ad altri.
Quindi la nobiltà era spesso impegnata a non commettere azioni che potessero dispiacere al Sovrano.
Giovane, cavalleresco e straordinariamente aitante, si unì in matrimonio alla principessa spagnola Maria Teresa d'Austria, nipote della madre e sua prima cugina, che non amò mai e alla quale non fù mai fedele.
Ebbe nel corso degli anni diverse amanti che gli diedero diversi figli illegittimi.Assetato di gloria Luigi XIV si rivelò un grande stratega militare.

Ma i tempi d'oro tramontano per tutti, e ciò che una volta fù illuminato dal Sole, divenne avvolto dall'ombra.
Da bravo re cristianissimo il monarca distrusse l'editto di Nantes promosso da Enrico iv per cementare la convivenza di due diverse fazioni religiose, quella cattolica e quella protestante.
Fece barbaramente strage degli Ugunotti.
Attorno ai 42 anni di età Luigi XIV non è più lo stratega di un tempo e inizia ad incassare le prime sconfitte in campo militare.
Dopo la morte della regina Maria Teresa d'Austria si unisce in segreto a Madame De Maintenon in cerimonia morganatica.
Matrimonio senza alcun valore civile, ma benedetto agli occhi dalla Chiesa Cattolica.
La straordinaria avvenenza della gioventù cede il passo alla malinconia, forse per il ricordo della magnificenza che è stata e che ha aleggiato sull'Europa intera.Il Re Sole si ritrae dietro l'avvisaglia delle prime nubi ed entra in ritiro spirituale.
Ritiro che aleggerà sulla sua corte, trasformandola da festaiola e libertina in cupa e austera.
Il sovrano, che era stato avido di piaceri e di gloria, inizia a temere per la salvezza dell'anima, e il suo ritiro spirituale insieme alla sua nuova corte austera lo accompagneranno fino alla morte, che avvenne per cancrena all'età di 77 anni, prospettiva di vita eccezionale all'epoca, anche per un re.
Fuori dai cancelli dorati della reggia, tra il popolo piegato dalla miseria, serpeggia il malcontento e l'odio verso l'anziano monarca.
Il quale, con le spese esorbitanti per la costruzione di Versailles, i costi per mantenere alto il fasto della vita di corte, le spese sostenute per finanziare le guerre, ha svuotato le casse dello stato, impoverito e indebitato la nazione.
Cui va aggiunta la spietatezza con cui Luigi XIV fece strage degli Ugunotti, distrusse l'Editto di Nantes promosso da Enrico IV nel quale si auspicava la pacifica tolleranza tra due diverse fazioni religiose, i Cattolici e i Protestanti.Tra il popolo la morte del Re è accolta con gioia, poichè per i sudditi l'anziano monarca fù un despota e regnò in nome della tirannia.


Opinione e parere sull'opera di Max Gallo ...

Sebbene io sia una amante del genere, e consigli questo libro, ho assegnato al testo solo tre stelline.
Il libro si classifica come un romanzo storico, e in effetti è ricco di aneddoti e fatti realmente accaduti.
E' attendibile dal punto di vista storico, ed è anche abbastanza accurato.Quello che non mi ha entusiasmato è lo stile narrativo ... poco narrativo!
L'ho trovato un pò troppo freddo e distaccato, poco fluido, asciutto.
Ma nonostante lo scoglio, è un libro che mi sento di consigliare agli amanti del genere.

Spero che la mia recensione vi sia piaciuta, e vi invito anche a leggermi e seguirmi su Ciao.it

Mi farebbe piacere se, oltre a conoscere le mie creazioni fatte a mano, conosceste anche una fetta della mia anima!

Ciao.it è un sito prevalentemente commerciale, ma le mie opinioni riguardano soprattutto biografie e romanzi storici, una delle mie passioni!
Inoltre nel mio profilo ciaoino, in cui sono iscritta come valeriabaci1981, 

http://www.ciao.it/account.php/MemberId/551166/TabId/1

ho scritto opinioni di carattere personale

Spero che entriate nel mio profilo e mi leggiate





Valeria




martedì 14 luglio 2015

L'estate di Lady Bijoux Handmade

Ciaooooooooooo!!!

L'estate è accesa e significa caldo, sole, mare, vacanze e relax! Ma anche saldi, sconti e promozioni!
Come lo speciale Sconti d'Estate su DaWanda!

valido da lunedì 13 luglio alle ore 10:00 a giovedì 23 luglio alle ore 24:00 verrà attivata una speciale promozione del 12% su tutti i miei articoli all'interno del mio negozio DaWanda http://it.dawanda.com/shop/Valeria-Casati

 
Approfitta subito degli sconti, vieni a trovarmi su DaWanda!